STORIA DEL MOVIMENTO EUCARISTICO GIOVANILE

 
 
 
Le origini
 
Nel 1914 al XXIII Congresso Eucaristico Internazionale tenutosi a Lourdes, per assecondare l’istanza promossa da Pio X riguardo alla comunione frequente ai bambini, si esprime il voto per la costituzione di una Crociata Eucaristica Internazionale di fanciulli.
Nel 1916 il Papa Benedetto XV indirizza ai bambini del mondo intero un appello, nel quale parla della potenza della loro preghiera a Dio per invocare la pace nel mondo; tale richiesta dà un grande impulso alla nascente Crociata Eucaristica (CE).
Nel 1958 Papa Pio XII approva definitivamente le regole della CE.
Nel 1960 Papa Giovanni XXIII, in occasione di un pellegrinaggio a Roma dei delegati della Crociata Eucaristica di Francia, suggerisce di lasciare cadere il termine “crociata” dalla denominazione del Movimento proponendo un nuovo nome. Da allora, progressivamente, a partire dalla Francia e poi in tutto il mondo, la Crociata Eucaristica si trasformerà in Movimento Eucaristico Giovanile.
Nel 1964, durante il Congresso Eucaristico Internazionale di Roma, si ufficializza tale movimento come una realtà giovanile appoggiata e diretta dall’Apostolato della preghiera (AdP).

 
 
In Italia
 
In Italia il futuro Movimento Eucaristico Giovanile vede le sue origini nel gennaio del 1944, quando il gesuita P. Rotondi organizza con un gruppetto di 6/7 ragazzi di scuola media la prima “squadriglia” di quella che sarà la CIDROS (le cui iniziali stanno per Cor Iesu Domine Rex Omnes Salva – Cuore di Gesù, Signore e Re, Salva Tutti). È un salto di qualità con attenzione al cambio dei tempi, ma in continuità con la tradizione della Crociata Eucaristica che, già presente in Italia, continua ad occuparsi dei bambini fra gli 8 e i 10 anni.
La nuova associazione giovanile propone ai ragazzi tra gli 11 e i 13 anni i valori fondamentali del cristianesimo e la loro messa in pratica nella vita quotidiana. Cambiano nomi e metodologie rispetto alla CE, ma lo spirito rimane lo stesso: una vita eucaristica vissuta 24 ore su 24 alla luce dell’amore di Gesù, per la realizzazione di un mondo nuovo.
Nel 1967, cominciano a delinearsi i futuri gruppi “Comunità 14”.
Nel 1968, la CIDROS cambia nome in: Movimento Ragazzi Nuovi. Nella nuova realtà confluisce anche la CE. In continuità con gli orientamenti dell’AdP, si dà l’avvio ad una progressiva definizione della spiritualità e del carisma ecclesiale del Movimento.
Nel 1969 a Roma si tiene il primo convegno nazionale C14, rivolto agli adolescenti di età superiore ai 13 anni.
È quindi dagli anni ‘70 che il Movimento in Italia prende la denominazione di Movimento Eucaristico Giovanile e allarga la fascia d’età dei suoi interlocutori, dai bambini di terza elementare fino ai giovani universitari.
Nel 1998 viene avviata una nuova riflessione sul ruolo educativo ed ecclesiale del MEG italiano, una piccola realtà in termini numerici, ma largamente diffusa soprattutto a livello parrocchiale.
Il lavoro svolto in questi ultimi anni sta cercando di dare nuova vitalità al MEG, a partire da un rinnovato impegno dei gesuiti italiani in questo campo apostolico in collaborazione con i Responsabili laici delle varie comunità MEG.